logotype
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

 

Si cresce!

L’ostetrica è la figura professionale al fianco dei cuccioli durante tutto il primo anno di vita.

Vediamo insieme come accompagnare la crescita e sostenere la relazione con mamma e papà.

Autrice: Alessandra Venegoni

 

          I piccoli fin dalla nascita hanno bisogno del contatto con mamma e papà, tenerli stretti, cuore a cuore, coccolarli, sorridergli, parlare, spiegare loro le attività quotidiane, massaggiarli, giocare con loro. Con i neonati questo metodo di cura ci permetterà di entrare in sintonia con loro e capire meglio i loro bisogni e, a differenza di quanto spesso ci dicono “così li stai viziando”, assolutamente no, gli psicologi ci insegnano che si potrà parlare di vizi e capricci attorno al secondo anno di vita, prima i nostri cuccioli manifestano solo bisogni ed assecondandoli aiuteremo il bambino a diventare più autonomo, sicuro ed indipendente. Stiamo facendo il miglior dono ai nostri figli.

 

 

In primo luogo dobbiamo creare degli spazi ed ambienti idonei alle esigenze, competenze e capacità del nuovo arrivato, affinché non ci siano pericoli e si crei un luogo adatto in cui il piccolo vivrà a sua misura in sicurezza e gli permetterà di apprendere, essere attivo ed autonomo.     

          Iniziamo allestendo la camera del cucciolo, sappiamo che, secondo le linee guida sulla prevenzione della morte in culla, i piccoli debbano dormire fino all’anno di età nella camera con i propri genitori, ma è fondamentale che durante il giorno vivano la loro cameretta, riconoscendola luogo famigliare ed accogliente quando inizieranno a trascorrere anche le loro notti. La parola chiave deve essere ordine, pochi mobili, giochi e libri affinché il cucciolo sappia dove trovare e dove riporre un determinato oggetto; limitiamo gli stimoli riducendo i giochi proposti, li faremo ruotare, ne proporremo solo alcuni e quando calerà l’attenzione, dopo tot giorni/settimane, offriremo altri giochi (tenuti fino a quel momento in un armadio non accessibile dal piccolo) e poi di nuovo i precedenti e così via. Troppi giochi e stimoli confondono e destabilizzano il bambino, impedendo di concentrarsi sulle sue attività. 

          Gli elementi di arredo della camera devono essere semplici, realizzati con materiali naturali, colori neutri ed atossici; il cucciolo deve poter utilizzare gli oggetti presenti da solo senza dovere sempre chiedere all’adulto, i mobili devono essere a misura di bambino. Un appendiabiti basso in modo tale che il piccolo possa imparare a riporvi da solo i propri vestiti. Predisporre un lettino a terra in cui il piccolo possa entrare ed uscire da solo in sicurezza, si può scegliere di usare anche un materasso da appoggiare direttamente sul pavimento. Creare un angolo morbido con un tappeto dove il cucciolo possa sperimentare la posizione prona, tummy time, fin da neonato, muovendosi in sicurezza; potrebbe essere molto piacevole appendere uno specchio che arrivi fino al pavimento affinché il cucciolo possa specchiarsi, attività che adorano fare. Successivamente il tappeto morbido sarà sostituito da un tappeto più ampio nel quale potrà sperimentare il proprio desiderio di scoperta strisciando, gattonando e poi camminando.

          Il gioco è un momento fondamentale per i nostri cuccioli, è il loro personale modo per entrare in relazione con le altre persone attorno a sé, iniziando da mamma e papà e gli permetterà di instaurare con loro un solido legame emotivo ed un attaccamento sicuro. Si può iniziare a giocare con loro fin da quando sono neonati, durante la poppata, con sguardi e carezze, sul lettone, durante il bagnetto. É molto importante che durante l’attività ci si dedichi esclusivamente al piccolo, se a volte ciò non fosse possibile (stiamo cucinando ad esempio) parliamo loro e spieghiamo quello che stiamo facendo. È fondamentale non interromperlo durante il gioco, anche se ci sembra un’attività banale, sta lavorando con impegno, si sta concentrando; osserviamolo.

Quali attività possiamo proporre ai nostri bambini fin da quando sono neonati:

~ Sul tappetone, semplicemente sperimentando la posizione prona, per il tempo in cui il nostro cucciolo lo gradisce, piano piano vedrete aumentare i minuti che passerà sereno a pancia in giù. Possiamo intrattenerlo facendo smorfie, cantando, offrendo un libro cartonato con figure in bianco e nero da osservare oppure permettendo di riflettersi nello specchio.

~ Massaggiare il proprio piccolo. Il massaggio del neonato è un’attività che può essere proposta da subito, verrà gradita con più serenità dal secondo mese di vita in cui sarà più facile proporre l’intera sequenza di massaggio della durata di circa venti minuti.

~ Filastrocche o canzoncine che indichino le varie parti del corpo.

~ Osservare dei libri cartonati, inizialmente con figure in bianco e nero, poi con colori, rosso, giallo, successivamente libri di stoffa, sensoriali, libri che potremo leggere ai nostri cuccioli e che loro adoreranno ascoltare. 

~ Fare e ascoltare musica insieme ai nostri cuccioli. Ormai numerosi studi dimostrano quanto sia importante farlo già durante la gravidanza, i piccoli poi la riconosceranno come famigliare. Selezionate la musica che più vi piace, non é necessario siano solo canzoncine per bambini. Cantate ai vostri piccoli; la vostra voce per loro è melodia, non siete stonate!

~ Il bagnetto. Spesso i cuccioli amano l’acqua, prestiamo attenzione a proporlo nel momento idoneo per nostro figlio, non è detto che la sera prima della nanna sia per lui l’ideale, può essere che sia già troppo stanco o che l’attività sia troppo eccitante e quindi sia meglio proporlo al mattino.

~ Il gioco del cucù. Potete nascondervi dietro le vostre mani oppure usare un lenzuolo o ancora nascondere degli oggetti dietro al lenzuolo e poi farli ricomparire.

~ Giochi degli incastri, giochi in legno in cui infilare ed incastrare o giochi creati in casa con una scatola ed un buco in cui impareranno ad inserire una pallina.

~ Costruire ed impilare. Da quando sarà in grado di stare seduto amerà questo gioco, vedervi costruire e divertirsi e far crollare la torre! 

~ Impastare con ingredienti naturali. Adorerà sporcarsi le manine.

          In cucina possiamo attaccare un gancio a misura di bambino a cui appendere un piccolo grembiule, predisporre ripiani bassi a cui può liberamente accedere ed in cui troverà strumenti da cucina a libero accesso; avere una scaletta sicura gli permetterà di accedere ai mobili alti ed aiutarvi nel preparare un dolce. Lasciare una brocca con un bicchiere d’acqua sempre a loro portata permetterà al piccolo di imparare a dissetarsi da solo al bisogno. In bagno allestiamo il bidet a loro personale lavandino, con sapone, spazzolino e dentifricio, consapevoli che i piccoli apprendono per imitazione. Svolgiamo insieme a loro le pratiche di igiene personale, vedendovi mentre vi lavate i denti, lo faranno anche loro. Adoreranno inoltre imitarvi nelle faccende domestiche. Lasciamo tutto l’occorrente per la pulizia, idoneo a loro, su un ripiano basso.

          Coinvolgiamo i nostri piccoli ed abbiamo fiducia in loro, queste piccole premure nei primi anni di vita aiuteranno a creare solide basi per il futuro, diventando adulti sicuri!

 

Alessandra Venegoni

Ostetrica del Consultorio

 

 

 

 

 

                                                                         

2022  UCIPEM NAZIONALE   globbers joomla templates